Niente Juventus nel futuro di N’Zonzi: ”Non voglio lasciare il Siviglia”

0
1922

nnzonziAmpiamente accostato alla Juventus, Steven N’Zonzi è stato chiamato a rispondere alle domande sul suo futuro.

Ai microfoni de L’Equipe, il centrocampista francese ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: Non voglio lasciare il Siviglia. Negli ultimi giorni di mercato potevo partire ma Sampaoli mi ha convinto a restare, e voglio proseguire qui”.

Il nostro ultimo aggiornamento, ripreso dall’edizione online di Tuttosport, era il seguente:

<<TORINO – E dunque, come dimostra anche il sondaggio accanto, è opinione diffusa tra gli addetti ai lavori (per non parlare dei tifosi), che la Juventus abbia bisogno di qualche innesto a centrocampo per riuscire ad esprimere al meglio il proprio potenziale. Al netto, ovviamente, di una degna lavata di capo dopo lo “Juve Horror Show” di domenica scorsa a Marassi… Ma – soprattutto, ed è la cosa più importante nella realtà dei fatti – della necessità di intervenire in mediana sono convinti anche i vertici bianconeri: dal vice presidente Pavel Nedved al direttore sportivo Fabio Paratici passando per l’amministratore delegato Beppe Marotta. I quali, appunto, proprio con l’intento di assestare uno/due colpi ad hoc stanno lavorando: pronti a proseguire su alcune strade battute (e malauguratamente abbandonate) già la scorsa estate, oppure pronti a battere nuove piste che le varie opportunità di mercato possano indicare quali allettanti e praticabili.

VIA LIBERA – Axel Witsel, manco a dirlo, è e resta il primo dei candidati ad aggiungersi all’organico di Massimiliano Allegri. C’è l’intesa con il giocatore, in tutto e per tutto: durata, ingaggio annuo, bonus. Pure le visite mediche sono già state fatte, lo scorso agosto, quando si pensava che l’affare fosse davvero desinato ad andare in porto. Peraltro, ci sono pure le frasi entusiastiche del belga, che ogni due per tre spiega quanto non veda l’ora di iniziare la nuova esperienza in bianconero, quanto stimi i suoi futuri compagni… Ciò che ancora manca, semmai, è l’ok dello Zenit San Pietroburgo: che ha fatto la voce grossa ad agosto e che, non è da escluderlo, può rifare la voce grossa a gennaio. Ma non è una questione di principio, anzi i margini di intesa sono buoni giacché il nodo è rappresentato dall’individuazione di un degno sostituto di Witsel per i russi. Non appena il tecnico Lucescu avrà la sicurezza di avere un’alternativa all’altezza, allora potrà dare il via libera all’operazione previa versamento, da parte della Juventus, di 6 milioni di euro (non è poco considerando che Witsel a giugno si svincolerà a parametro zero). Tuttavia, come detto, qualche margine di incertezza permane. E, oltretutto, la Juventus è pronta anche ad acquistare due nuovi centrocampisti, non uno solo. Di conseguenza le altre opzioni per la mediana rappresentano un variegato gruppo di giocatori. In parte, già contattati da tempo.

PISTE STRANIERE – Le ultime indiscrezioni provenienti dall’estero pongono in un ruolo “privilegiato” Tolisso e N’Zonzi. Quasi che le sfide del girone di Champions League siano destinate a durare ben oltre la conclusione dell’ultima partita del gruppo… In Spagna si prefigura la possibilità che la Juventus sia disposta a fare sul serio per il 27enne francese che, nel contratto che lo lega al Siviglia fino al 2019, sarebbe una clausola di rescissione unilaterale fissata attorno a quota 30 milioni di euro. Cifra tutto sommato congrua con le somme che i bianconeri sono disposti a versare già dalla scorsa estate (basti pensare all’operazione Matuidi, saltata in extremis: quando il patron del Psg Al-Khelaifi ha deciso di farne una questione di principio e, di fatto, vendicarsi dell’affaire Coman).

NIENTE CHAMPIONS – Quanto a Tolisso, in favore della Juventus potrebbe giocare l’eventuale eliminazione del Lione dalla Champions proprio da parte del Siviglia. I transalpini versano in pessime condizioni in campionato (7° posto a 11 punti dal Nizza capolista). Mettici la possibile uscita da questa edizione della Champions, mettici la non partecipazione alla prossima… Beh: qualche cessione eccellente dovrà essere messa in conto così come qualche malumore da parte dei giocatori più forti. Terreno fertile, per Marotta, per provare a crearsi e poi cogliere una buona opportunità a gennaio. E’ chiaro che a differenza di Witsel né N’Zonzi né Tolisso potrebbero essere schierati da Allegri in Europa, ma potrebbero comunque consentirgli di gestire forze e giocatori in modo da avere al top i big per le sfide del martedì e del mercoledì>>.


Non smettere mai di seguirci sui Social. Segui Pianeta Juventus
loading...

LEAVE A REPLY