Higuain: ”Dybala? Deve stare tranquillo. Duello Juventus – Napoli? Dobbiamo…”

loading...

higuain2L’acquisto più importante dell’estate bianconera è sicuramente Gonzalo Higuain, il Pipita ha parlato di un suo compagno di squadra in difficoltà nelle ultime uscite in campionato.

Ecco le parole del bomber bianconero ai microfoni di Mediaset Premium: ”Mi sto trovando bene, anche se siamo solo all’inizio. Siamo a Settembre e ancora manca tantissimo, ma spero di continuare così. Dybala? Deve stare tranquillo, sta facendo bene per noi e sta aiutando la squadra. Siamo felici per lui, come ha detto Allegri. Deve ancora crescere tanto e deve stare tranquillo. Duello Juventus-Napoli? Dobbiamo ancora migliorare e continuare a fare quello che sappiamo fare”, riporta Tuttomercatoweb.

Sull’argomento qualche momento dopo ci è tornato anche Marotta sempre ai microfoni di Mediaset Premium: “Rinnovo Dybala? Non confermo e non smentisco. Abbiamo frequentemente contatti con i procuratori dei calciatori. Andremo ad esaminare anche la sua posizione. Interesse del Manchester City per Bonucci? No, non mi risulta. Adesso non è trasferibile nessun calciatore, non è arrivata alcuna offerta. Pogba ha fatto regali alla squadra? A me non è arrivato (sorride, ndr), non sarebbe una situazione logica ed è giusto così. Lui è libero di fare quello che vuole con i suoi soldi ma non deve alcun riconoscimento a noi. Siamo noi ad essere grati a lui. Dobbiamo scendere in campo con la giusta concentrazione perché i loro giovani avranno una forte determinazione. Puntiamo a vincere, siamo venuti qui per questo”.

Mentre il ds rosanero Facciano ha parlato così di Diamanti: “E’ in grande spolvero, è un giocatore importante e fondamentale per noi. Lo teniamo sempre in forma e se possiamo lo coccoliamo al massimo”.

La cura De Zerbi sta facendo bene? “E’ la squadra che sta lavorando bene, sta seguendo il mister. Non è facile un cambio in corsa dopo due giornate però la squadra sta lavorando bene”.

Stasera difesa a tre. Turnover o cambio di modulo totale? “Turnover, perchè poi abbiamo avuto anche qualche problema fisico. Alcuni non stanno al massimo, anche Diamanti pensavamo non ce la potesse fare. Alcuni hanno bisogni di recuperare, pure Bruno Henrique. Sono quasi tutti a rischio infortunio, è’ un turnover preventivo più che tattico”.

La sua filosofia di direttore è la stessa o ha avuto indicazioni della società? “Normale che arrivare in corsa, soprattutto a fine luglio, non è facile. Ho cercato di dare un impronta, con il Presidente c’è un confronto giornaliero. E’ normale che fossi arrivato prima qualche scommessina l’avrei presa, qualche giocatore che potesse fare al caso nostro”.


Guarda il VIDEO

SHARE