Giuntoli attacca: ”Queste cose sconfiggono il calcio italiano. Vergognoso quest’arbitro”

loading...

download (1)Tante polemiche dopo il termine della semifinale di Coppa Italia tra Juventus e Napoli, il club azzurro ha parlato attraverso la figura di Cristiano Giuntoli.

Ecco le sue parole a RaiSport evidenziate da TuttoJuve: “Non interrompiamo il silenzio stampa, facciamo i complimenti pubblici ai ragazzi per la prova. Oggi perdiamo per decisioni vergognose, cose che sconfiggono il calcio italiano. Non voglio vedere i replay, mi basta di persona vederle. Rigore per la Juventus nel primo tempo? Non scherziamo, non danneggia nessuno Strinic… Non c’è il primo rigore per la Juve e tantomeno il secondo perchè Reina prende palla. Nel primo Dybala va addosso a Koulibaly, butta via la palla a caso. Il nostro c’è, vergnoso quest’arbitro. Complimenti alla squadra”.

Poco dopo ha parlato anche Allegri a Juve Tv:

Vittoria in rimonta importante…
“E’ stata una buona partita soprattutto nel secondo tempo. Nel primo tempo abbiamo sbagliato molto tecnicamente, abbiamo subito questo gol in una delle poche azioni che il Napoli ha costruito: abbiamo subito due-tre in porta da fuori, dai 25 metri, eravamo un pochino disordinati, poi la squadra ha avuto una bella reazione, ma soprattutto già alla fine del primo tempo potevamo pareggiare. Nel secondo tempo la squadra non ha concesso neanche un tiro in porta al Napoli. E’ stata una bella vittoria, ma non dimentichiamoci che l’anno scorso avevamo vinto 3-0 con l’Inter e abbiamo rischiato di essere eliminati”.

Ottima la tenuta mentale, avete rimontato con la qualità dei giocatori…
“Era tanto che non andavamo sotto e io speravo di andare sotto per vedere la reazione della squadra, i ragazzi sono stati bravi, a conferma che c’era un buon equilibrio e soprattutto c’è una buona forza mentale che è quello che conta”.

Da segnalare la crescita di Pjanic…
“Pjanic sta facendo delle cose importanti, credo che abbia ancora qualità per crescere e diventare il migliore al mondo in quel ruolo”.

Aveva chiesto consapevolezza e spensieratezza. E’ questa la fotografia del secondo tempo?
“Sì, quando giochi le partite in 180 minuti può succedere che prenda gol e vada sotto. Noi era tanto che non prendevamo gol e andavamo sotto, quindi è stato un bel banco di prova per questo. I ragazzi dovevano rimanere tranquilli, lo hanno fatto e hanno affrontato il secondo tempo nel migliore dei modi, giocando un calcio migliore tecnicamente. Nel primo tempo abbiamo sbagliato talmente tanto tecnicamente che era impossibile che nel secondo tempo potessimo fare peggio”.


Guarda il VIDEO

SHARE